“Viva l’Italia”. L’Italiano in chiave interculturale

Non possiamo, come Nazione, pensare il futuro senza memoria e coscienza del passato
G. Napolitano

 

IL PROGETTO

“Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono” cantava Giorgio Gaber, in un suo famoso brano.

Nelle canzoni, il tema della nazione emerge di frequente, con toni controversi e con differenti prospettive. Proprio questa diversità di voci, però, può aiutare ad analizzare, anche attraverso le canzoni, la complessità di ogni società e a superare, nel confronto e nel contraddittorio, le visioni semplicistiche legate a visioni stereotipate e sommariamente pregiudiziali dell’Italia e dei suoi cittadini.

COORDINATORE DEL PROGETTO

Barbara D’Annunzio

Tyapenmerammo .